Andre Bush Tribute – Contemporary Jazz Guitarist


Questo è un disco speciale per Blue Coast Music da parte di un artista che sarà per sempre vicino ai cuori dello staff: André Bush. André era uno dei giovani e bravi chitarristi jazz nella scena della Bay Area. Veniva spesso in studio per lavorare all’album di altre persone fino a quando non arrivò il giorno di crearne uno a suo nome.Per questo album, ha portato alcuni dei migliori musicisti jazz del momento. Nell’album ci sono artisti ECM e Blue Coast, come Art Lande che porta le sue meravigliose abilità pianistiche nell’album insieme a Bruce Willliamson, sassofono, Alan Hall batteria e Peter Barshay al basso. Solo più avanti, André ha portato nel gruppo Jenna Mammina che si è esibita nei suoi primi due album che registrati qui.

Avere André in una sessione è sempre stata una boccata d’aria fresca. Julian Lage potrebbe avvicinarsi alla gamma di stili di chitarra che André ha eseguito, ma nessuno ha potuto toccare l’esuberanza e la gioia che André avrebbe portato a una sessione. Come per molti musicisti, dietro il paravento del divertimento e del talento, potrebbe esserci l’oscurità. Purtroppo, André è morto troppo giovane.

Questo album è il migliore di molti altri in cui ha lavorato. Merita un ascolto, soprattutto se si ama la chitarra jazz e le registrazioni ECM.

Inizia dal silenzio, nelle sue stesse parole:

Negli ultimi anni sono stato affascinato dall’esplorazione di forme compositive sempre più estese ed eclettiche.

Durante tutto il processo di creazione dei pezzi per questo album, ho cercato di incorporare e bilanciare gli aspetti della musica che amo di più: impostazioni armoniche dense e aperte; flessibilità ritmica/metrica; puro lirismo e astrazione melodica; espressione primordiale, viscerale e gesti controllati, ben ponderati, logicamente sviluppati – gli impulsi diametralmente opposti, ma complementari, che si trovano in Dioniso e Apollo, divinità delle arti creative nella mitologia greca tradizionale.

Il mio primo principio era di onorare lo spirito del jazz, non attraverso il rigurgito superficiale di una “fetta” di pratica storica attualmente alla moda, aggirando o trascurando periodi di sviluppo selezionati, ma piuttosto attraverso uno studio approfondito sia della tradizione culturale che dei criteri musicali oggettivi specifici. Alla fine, ho mirato a fondere queste culture, tradizioni e criteri con le mie esperienze musicali e di vita. Credo che questo sia il percorso per creare musica che sia veramente parte del nostro “continuum improvvisato” di anime anticonformiste, personaggi colorati e guerrieri intransigenti!

La mia visione grandangolare di questo continuum include necessariamente Miles, Jimi, Wayne, Trane, Cobain, EVH e Jaco.

Il fondamentale “zeitgeist” dell’album è rivelato nel titolo e realizzato nei pezzi di chitarra solista improvvisati che fungono da ponti di transizione tra il materiale della band più lungo e più complesso. Start From Silence: queste parole rappresentano lo spirito con cui ho composto la musica; nel mio studio, pienamente consapevole, seguendo la direzione dettata dalla musica. Il silenzio come punto di partenza. . . . lavorando verso l’esterno. Nessun cliché, nessuna risposta facile. Questi sono i tratti distintivi dei miei musicisti preferiti e dedico loro questa registrazione con amore e gratitudine.

https://bluecoastmusic.com/andre-bush/start-from-silence

0
Luca Tommolini

Giornalista tecnico per anni sulle principali riviste di Hi Fi ed Hi Fi Car, dal 2016 ho creato questo sito personale per parlare della tecnologia che mi piace e di qualche altro argomento...

Potrebbe interessarti anche...

Comments are closed here.

La Nostra WebRadio Preferita

Ciao Amico mio

Tanto ti fui fedele o mio padrone / tanto t’ho amato e t’ho voluto bene / che son felice in questa eterna cuccia / come a dormir tra le tue care braccia…

AGI – Agenzia Stampa

RSS Notizie italia

Archivio Articoli

Statistiche OdS

  • 129.915 visualizzazioni da quando siamo on line...