Modem router libero: scegliere è un diritto e con TP-Link è più facile


Con l’inizio del nuovo anno i Provider sono obbligati al rispetto della normativa che consente agli utenti di scegliere liberamente il dispositivo da installare. TP-Link offre una guida per selezionare il modello  migliore in base alle proprie esigenze e configurarlo con la massima semplicità.

La prassi consolidata secondo la quale è il fornitore del servizio di connettività Internet a scegliere e installare il modem è finita. A dirlo è una chiara e precisa direttiva dell’AGCOM entrata definitivamente in vigore lo scorso 31 dicembre. Con la delibera 348/18CONS l’Italia recepisce il regolamento europeo che sancisce il diritto degli utenti a scegliere liberamente il proprio modem router.

I vantaggi per i consumatori sono molteplici, dall’eliminazione dei costi di noleggio del dispositivo, alla libertà di scegliere in base alle proprie esigenze di connettività, fino alla possibilità di ricevere aggiornamenti e assistenza direttamente dal produttore etc. Inoltre, al fine di facilitare l’utente nell’acquisto della corretta tipologia di modem router per la linea in uso, è stata introdotta anche una simbologia semplificata:

Indica le connessioni FTTH (Fiber to the Home) o FTTB (Fiber to the Building), ovvero quelle reti che prevedono l’arrivo della fibra ottica all’unità immobiliare o all’edificio dell’utente finale.

 

Indica le connessioni VDSL, FTTC (Fiber to the Cabinet) o FTTS (Fiber to the Street), ovvero quelle reti che prevedono l’arrivo della fibra ottica solo fino a nodi intermedi come l’armadio stradale e proseguono con la tecnologia in rame.

 

Indica tutte le connessioni ADSL che non prevedono la fibra ottica nella rete di accesso o che comunque non abilitano all’utilizzo di servizi a banda ultra larga.

 

In questo panorama entra in gioco TP-Link che, nell’ottica di offrire un servizio completo ai propri clienti, ha creato una vera e propria guida alla scelta e configurazione del modem router, con istruzioni dettagliate per l’installazione e il settaggio dei dispositivi in base all’operatore di rete. A questo si affianca una gamma completa di prodotti per andare incontro ad ogni esigenza, sia per ambiente domestico che per ufficio.

Modem router fino a 100Mbps

Per connessioni Internet di Categoria R e FR (ADSL, VDSL, FTTC, FTTS) fino a 100Mbps le soluzioni migliori sono i modelli Archer VR300, Archer VR400 e Archer VR1200, con standard Wi-Fi AC1200, mentre per chi necessita di prestazioni più elevate la scelta giusta è Archer VR600, un dispositivo in grado di offrire connettività Wi-Fi AC1600 ed una copertura di rete ottimale.

Per coloro che oltre ad una connessione stabile necessitando anche del servizio di fonia VoIP, TP-Link ha ideato Archer VR1200v, dotato di 2 porte telefoniche e Archer VR600v, che in aggiunta ai 2 ingressi ha una base DECT integrata per la connessione di telefoni cordless.

Modem router fino a 1Gbps

Se la scelta ricade su connessioni della Categoria F (FTTH e FTTB) fino a 1Gbps, le soluzioni a disposizione degli utenti sono molteplici: Archer C7 con Wi-Fi AC1750, per esempio, è perfetto per chi cerca un modello entry level. Per avere un dispositivo di fascia media l’ideale è Archer C3150, con wireless MU-MIMO AC3150, mentre per i più esigenti è indicato il top di gamma Archer C5400x, con wireless AC5400 e protezione totale TP-Link HomeCareTM.

0
Luca Tommolini

Giornalista tecnico per anni sulle principali riviste di Hi Fi ed Hi Fi Car, dal 2016 ho creato questo sito personale per parlare della tecnologia che mi piace e di qualche altro argomento...

Potrebbe interessarti anche...

Comments are closed here.

La Nostra WebRadio Preferita

Ciao Amico mio

Tanto ti fui fedele o mio padrone / tanto t’ho amato e t’ho voluto bene / che son felice in questa eterna cuccia / come a dormir tra le tue care braccia…

AGI – Agenzia Stampa

RSS Notizie italia

Archivio Articoli

Statistiche OdS

  • 132.929 visualizzazioni da quando siamo on line...