Monaco HIGH END 2018 un poco di numeri e di informazioni


Dopo quattro giorni di fiera, il 13 maggio si è conclusa la 37ma edizione del Monaco HIGH END.

All’appello degli espositori hanno risposto in 530 (otto in meno dell’anno precedente) provenienti da 41 nazioni. Un lieve calo è stato registrato anche nei visitatori che quest’anno sono stati 19.899 contro i 21.412 dell’anno precedente da tutto il mondo.

Per gli esperti del settore è stato uno degli eventi più significativi del mondo nell’industria audio, per il pubblico è stata una esperienza unica per vivere in un sol colpo la migliore panoramica possibile del mondo dell’alta fedeltà, soprattutto di alto livello.

Quest’anno i visitatori commerciali sono stati circa 7000 ed hanno gradito molto la combinazione di presentazioni musicali, la vetrina sempre più curata delle linee di prodotti di ciascun costruttore, i tanti workshop e le interessanti conferenze che hanno caratterizzato questa edizione del Monaco HIGH END.

L’amministratore delegato della HIGH END SOCIETY, Stefan Dreischärf, ha espresso la sua soddisfazione per come è andata la mostra, ma i numeri dei visitatori non hanno soddisfatto le aspettative.

Il vicepresidente del consiglio di amministrazione della HIGH END SOCIETY, Jürgen Timm, ha espresso una valutazione positiva: “Possiamo guardare indietro a quattro giorni di discussioni approfondite con partner commerciali, stampa e consumatori. Uno dei punti salienti che viene in mente è il forte interesse dei consumatori nei raffronti qualitativi tra le soluzioni di streaming e la tradizionale riproduzione audio dei CD. La HIGH END si è ancora una volta affermata come “il posto dove stare”, anche tra il pubblico internazionale, e quindi sarà un evento da non perdere anche nel 2019″!

Vi è un sempre maggiore interesse dei consumatori per la buona riproduzione del suono ed in particolare sono stati molto apprezzati i componenti per il multi-room e lo streaming, sia per per l’uso in casa ma anche e soprattutto per l’uso fuori casa, un settore in piena espansione.

Allo stesso tempo, si è notato un forte ritorno del “mondo analogico”, il che significa che continua ad esserci una forte domanda di hi-fi e album tradizionali che forniscono un’esperienza più diretta al consumatore.

EVENTI PRINCIPALI

L’HIGH END di quest’anno era totalmente all’insegna della musica. La compositrice e cantante norvegese Kari Bremnes è stata ospite speciale e al tempo stesso ambasciatrice del marchio della mostra HIGH END 2018. I visitatori del settore hanno potuto vivere le performance di questa meravigliosa artista dal vivo.

Il secondo giorno della mostra, l’11 maggio, numerosi fan si sono radunati per la sessione di autografi di Kari Bremnes. C’è stata un’enorme affluenza e una fila apparentemente infinita si è formata davanti al tavolo della firma autografa. Circondata dal suo grande seguito internazionale di fan, l’artista si è presa il tempo per dialogare con ogni singolo ammiratore.

Un altro punto saliente è stato l’arrivo della star e musicista internazionale Till Brönner, che ha ricevuto un premio speciale dalla German Record Critics ‘Award Association (PdSK) ed è stato quindi premiato nell’ambito del gruppo di discussione “Quartet of Critics”. Durante questo evento, le sue registrazioni sono state dimostrate su un sistema di alta qualità. Till Brönner è rimasto notevolmente colpito dalla straordinaria qualità del suono.

La sezione di workshop si è tenuta quest’anno nella sala di presentazione K2A. Scelta che si è rivelata estremamente positiva, poiché ha eliminato i problemi di acustica causati dall’elevato livello di rumore nella sala utilizzata in passato. Nella sala dei workshop, i visitatori interessati hanno potuto ampliare le loro conoscenze grazie ai molti relatori di alto livello che hanno parlato di argomenti come i server musicali e lo streaming in pratica, l’acustica della stanza, la storia della prima registrazione inedita di Luciano Pavarotti, le misure riguardanti l’elettrosmog attraverso l’elettromobilità.

Nel prossimo futuro, il gruppo di organizzatori della fiera renderà le presentazioni disponibili come podcast sul sito web della manifestazione.

Nel centro stampa, 519 rappresentanti dei media di 40 diversi paesi sono stati accreditati durante i quattro giorni della mostra. Con una quota del 56%, un giornalista straniero su due è andato a Monaco per “raccontare” ai propri lettori il tema della riproduzione di alta qualità della musica!

Appuntamento per il prossimo HIGH END che si svolgerà nuovamente dal 9 al 12 maggio 2019 nell’area espositiva del MOC di Monaco.

I numeri del Monaco High End 2018

2016 2017 2018 +/– over 2017
Exhibition space ca.28.610 m2 ca. 29.000 m2 ca. 29.000 m2 0%
Exhibitors 518 538 530 – 2%
Accredited journalists 516 541 519 – 4%
Trade visitors 7.053 8.002 7.557 – 6%
Visitors 12.436 13.410 12.342 – 8%
Total visitor numbers 19.489 21.412 19.899 – 7%

The visitor statistics do NOT include the journalists and do NOT comprise the 3,113 exhibitor passes issued.

 

 

0
Luca Tommolini

Giornalista tecnico per anni sulle principali riviste di Hi Fi ed Hi Fi Car, dal 2016 ho creato questo sito personale per parlare della tecnologia che mi piace e di qualche altro argomento...

Potrebbe interessarti anche...

Comments are closed here.

La Nostra WebRadio Preferita

Ciao Amico mio

Tanto ti fui fedele o mio padrone / tanto t’ho amato e t’ho voluto bene / che son felice in questa eterna cuccia / come a dormir tra le tue care braccia…

Media Partner

Media Partner

I nostri Amici

I nostri Amici

Seguiteci su

Siamo in qualche social, non tutti ma ci siamo...

OdS su Facebook

AGI – Agenzia Stampa

RSS Notizie italia

Archivio Articoli

Statistiche OdS

  • 114.613 visualizzazioni da quando siamo on line...